Neuromodulazione


Angela Gallo tecnica della neuromodulazione

 

COS’È LA TERAPIA INTERX?
La terapia InterX è l’applicazione della Neurostimolazione Interattiva per trattare e risolvere sindromi dolorose causate da problematiche acute o croniche.
Tramite delle microcorrenti viene riequilibrato lo stimolo inviato dalle terminazioni nervose e questo ha un potente effetto sul dolore. A lungo termine la terapia consente di ridurre notevolmente i tempi di recupero della riabilitazione post chirurgica o post traumatica.

 

 

BENEFICI:

  • Riduzione del dolore già dalla prima seduta senza usare farmaci
  • Riduzione dell’Edema e dell’infiammazione
  • Aumento dell’escursione articolare
  • Riduzione dei tempi di recupero
  • Trattamento non invasivo
  • Efficacia reale provata da studi clinici internazionali

IN CHE MODO SI APPLICA L’INTERX?
La terapia InterX si applica utilizzando uno strumento che produce delicati impulsi elettrici interattivi e che stimola la cute nell’area del dolore e dell’infiammazione. Il trattamento é confortevole e rilassante: la sensazione dell’impulso elettrico è simile ad un formicolio o ad una vibrazione.
Un trattamento tipico dura dai 15 ai 30 minuti, a seconda della complessità della patologia. Il numero delle sedute sarà stabilito dal terapista, generalmente è raccomandata una serie di trattamenti da effettuarsi in uno spazio di alcune settimane per poter osservare i migliori risultati, ma l’effetto sul dolore é evidente già dopo pochi minuti di trattamento.

La terapia Interx poggia sul concetto Ne.b.i.th (terapia integrata neurobiologica) per cui per risolvere una sindrome dolorosa di qualsiasi origine si debba da una parte trattare a livello locale il tessuto coinvolto dal trauma/intervento chirurgico/infiammazione tramite le tecniche di chinesiterapia e/o terapie strumentali tradizionali; dall’altra parte si devono trattare i nervi che governano quel tessuto, al fine di gestire il dolore e l’evoluzione nel tempo del problema.

Angela Gallo tecnica della neuromodulazione

Angela Gallo tecnica della neuromodulazione

Questo perché con l’avvento della Risonanza Magnetica Dinamica si è scoperto che il sistema nervoso funziona per neuromatrici, che rappresentano una sorta di “memoria del sistema nervoso”. Una neuromatrice è un network di neuroni che si attivano producendo una sensazione specifica. La loro presenza ha permesso di capire i meccanismi tramite cui spesso si mantiene il dolore nel tempo anche in assenza di infiammazione:

se si è avuta un’infiammazione ad una spalla facendo un determinato movimento, anche quando l’infiammazione sarà passata è possibile che si continui a sentire dolore perché quel movimento farà attivare quel circuito di neuroni che hanno “in memoria” la  presenza del dolore alla spalla.

L’esistenza delle neuromatrici rende più chiari i meccanismi del dolore anche in caso di malattie subdole ad eziologia sconosciuta quali la Fibromialgia.

Uno studio condotto presso la divisione di Reumatologia dell’Università di Pisa ha mostrato come la neuromodulazione interattiva sia una tecnica utile nella gestione del dolore in pazienti Fibromialgici, in quanto permette di ottenere risultati soddisfacenti e duraturi nel tempo, l’applicazione è veloce e ben tollerata dai pazienti.

Interx viene applicata con successo anche per il

trattamento dell’emicrania e della sinusite,

nonché per la gestione di sindromi dolorose polidistrettuali per le quali si effettua un trattamento specifico chiamato “Colonna Base” che determina

benefici effetti generalizzati su tutto l’organismo, compreso il miglioramento della qualità del sonno.